Nietzsche inventato

18 maggio 2010

Giochicchiare col pensiero di Nietzsche è diventato ormai un hobby per chiunque. Non importa il fatto che egli abbia scritto una decina di libri e migliaia di fogli di appunti i quali rendono la sua opera un autentico puzzle, quando ci si può accontentare di raccogliere due-tre aforismi qua e là permettendosi di racchiuderli in una dottrina d’insieme per una banalissima critica.

Stavolta ci è (ri)cascato Il Foglio, o meglio, Umberto Silva con questo articolo.  L’autore, non solo identifica Cristo come il vero «ospite inquietante» (sic!) e parla di Ecce Homo come inaugurazione delle «moderne imitazioni di Cristo», ma si permette anche di interpretare la malattia mentale del filosofo come esito della sfida con Cristo.

Annunci